RISPOSTE, IDEE E MOLTO ALTRO PER ME (E IL MIO TUMORE).

PROTESI MAMMARIA ESTERNA: UNA SCELTA CONSAPEVOLE

0

Se stai per affrontare un intervento per tumore al seno che prevede mastectomia o quadrantectomia saprai probabilmente già, che potrai scegliere se procedere con la ricostruzione mammaria oppure valutare l’uso di protesi mammarie esterne.

Parlane col tuo senologo e chiedi un consulto al chirurgo di ricostruzione mammaria della Breast Unit. In questo modo sarà più facile scegliere la soluzione più adatta ai tuoi bisogni per affrontare il percorso nel modo più  sereno.

In questa parentesi ci soffermiamo sulla protesi mammaria esterna. Se invece vuoi saperene di più sulla ricostruzione chirurgica puoi approfondire qui.

CHE COSA SONO LE PROTESI MAMMARIE ESTERNE?

Le protesi mammarie esterne sono speciali imbottiture da inserire all’interno del reggiseno con l’obiettivo di preservare il più possibile la normale sinuosità del tuo corpo.  Si possono trovare in commercio protesi totali, adatte in caso di mastectomia e protesi parziali adatte in caso di quadrantectomia.

L’uso della protesi esterna è importante non solo dal punto di vista estetico dal momento che ridona la simmetria ai due seni, ma anche da un punto di vista fisico evitando problemi secondari di postura e danni alle articolazioni.

protesi mammaria esternaLe protesi possono essere:

  • inserite all’interno di una tasca prevista nel reggiseno
  • o possono essere messe nel reggiseno a contatto diretto con la pelle.

Sono disponibili in materiali diversi, come

  • fiberfill (una fibra sintetica in poliestere siliconizzato)
  • gomma
  • gel di silicone (un prodotto naturale che viene prodotto con sabbia e carbone), morbido, confortevole, si adatta facilmente alla temperatura del corpo

 

Si possono trovare una varietà di modelli, di forme, di colori e di misure. Si applicano con facilità alla pelle, e aderiscono così da rimanere stabili, anche durante il movimento.

ESEMPI DI MARCHE

Tra le marche note: Anita e Amoena che potete provare nei negozi sanitari specializzati.

PER SCEGLIERE LA PROTESI MAMMARIA ESTERNA PIU’ ADATTA

Tra i vari materiali citati sopra, il silicone dona una sensazione molto naturale e favorisce la respirazione della pelle. Tuttavia meglio aspettare ad usare una protesi in gel di silicone sino a quando la cicatrice sarà guarita. Nel frattempo, usa quella provvisoria in spugna.

Prima di scegliere quella definitiva, prova diversi modelli e scegli il modello che trovi più confortevole e più vicino alla forma naturale del tuo seno valutando l’effetto sia frontale che di profilo.

In commercio puoi trovare anche reggiseni studiati appositamente per l’uso della protesi esterna. Prevedono infatti una taschina in cui inserirla comodamente. Solitamente hanno scollature più alte e spalline imbottite e garantiscono un maggiore supporto.

Oltre al reggiseno puoi trovare anche costumi da mare e piscina con le stesse caratteristiche.

Puoi indossare la protesi anche in piscina o al mare. Andrà però riscacquta con acqua dolce subito dopo la nuotata. Se nuoti frequentemente meglio utilizzare una protesi pensata per questo uso. Oltre a queste esistono protesi mammarie esterne più leggere adatte per fare attività fisica.

protesi mammaria esternaDA SAPERE: PROTESI MAMMARIE ESTERNE & RIMBORSO

Nel caso delle protesi mammarie esterne il SSN prevede il rimborso totale del costo. Per conoscere tutti i dettagli e la procedura puoi approfondire a questo link.


Redazione FraParentesi

Ultimo aggiornamento 10/10/2018

Le immagine utilizzate nell’articolo sono di proprietà di Anita Dr. Helbig GmbH

Share.

CONOSCIAMOCI MEGLIO

PROFESSIONE:
COMPETENZE:

Comments are closed.