ESTETICA ONCOLOGICA: PRENDERSI CURA DELLA CICATRICE

0

Questa parentesi è dedicata al delicato momento post-intervento chirurgico, che tra le tante cose significa anche prendersi cura della cicatrice.

Dopo la rimozione dei punti, la cicatrice appare dolente, arrossata e gonfia e la pelle ha biogno di attenzione e cura.

IL PERIODO DI CICATRIZZAZIONE

Nel periodo di cicatrizzazione definitiva del tessuto, che dura almeno 6 mesi, la pelle necessita di particolare attenzione. Si può iniziare a trattare la cicatrice dopo 4 settimane dall’intervento, con avvallo del chirurgo.

Creme e cerotti specifici possono contribuire ad un migliore esito ma chiedete consiglio al chirurgo su quale prodotto utilizzare per evitare interazione con la patologia o la terapia oncologica che state seguendo.

I GESTI PER LA CURA DELLA CICATRICE

Le azioni fondamentali per prendersi cura della cicatrice dopo un intervento sono 3:

Assicuratevi di detergere l’area trattata tutti i giorni con prodotti emollienti e idratanti.

Evitate i bagni prolungati e tamponate l’area con un panno morbido, senza frizionare.

 

Massaggiate delicatamente la cicatrice con i polpastrelli anche 2 o 3 volte al giorno.  Il consiglio è di usare prodotti fluidi come creme o olii. La formulazione a base di Vit E, aloe, olio di mandorla e germe di grano, è utile in questa fase di rigenerazione della pelle.

  • Evitate l’esposizione della cicatrice al sole per almeno i successivi 6 mesi dall’intervento chirurgico e proteggetela con schermi fisici con fattore elevato.
  • Inoltre è necessario che prestiate attenzione alla temperatura. La cicatrice infatti rimane per lungo tempo un’area insensibile, pertanto il troppo caldo o il troppo freddo posizionati direttamente sull’area potrebbero generare effetti indesiderati.
  • In ultimo, indossate abiti confortevoli e scegliete tessuti morbidi come il cotone, evitando costrizioni che potrebbero irritare la cicatrice a causa dello sfregamento.

CONSIGLIO IN PIU’

Nel caso in cui la cicatrice fosse particolarmente visibile potrebbe essere utile usare tecniche di camouflage. Il trucco infatti può essere un rimedio efficace per attenuare l’aspetto di una cicatrice indipendentemente dalla fase della sua guarigione.

Nota: come sempre è bene confrontarsi con il chirurgo per valutare una possibile indicazione al trattamento, soprattutto se l’area da trattare è nelle sue fasi iniziali di riparazione.

Questi sono i consigli base dell’estetica oncologica per prendersi cura delle cicatrici post intervento chirurgico.


Angela Noviello – Direttore Italia e coordinatore Europa di OTI Oncology Training International e presidente International Society for Oncology Esthetics.

Ultimo aggiornamento il 29/01/2018

SELEZIONATI PER TE

Per darti un servizio più completo e concreto a completamento di molti degli argomenti trattati, ci impegniamo a cercare anche i prodotti più interessanti per te. Per questo selezioniamo accuratamente, anche con il supporto dei nostri professionisti, gli articoli sul mercato italiano ed estero.

Se riterrai utili i nostri consigli avrai anche la possibilità, attraverso il tasto “lo voglio”, di acquistare i prodotti direttamente su siti esterni. Alcune delle aziende selezionate si impegnano inoltre a versare un contirbuto a Fraparentesi. Questo contributo è prezioso per aiutare la nostra associazione a portare avanti le attività quotidiane fornendo informazioni e servizi gratuiti a chi ne ha bisogno.

martha care olio rigeneranteMARTHA CARE OLIO RIGENERANTE NUTRIENTE E PROTETTIVO

Ideale per prendersi cura della cicatrie. Grazie all’esclusiva miscela di pregiati Olii vegetali a spremitura a freddo:

  1. nutre la pelle
  2. migliora l’elasticità della pelle
  3. aiuta a prevenire possibili alterazioni o danni causati da eccessiva delipidizzazione
  4. aiuta a ricostruire la barriera lipidica
  5. protegge la pelle favorendo i naturali processi di rinnovamento cellulare.

LO VOGLIO

Share.

CONOSCIAMOCI MEGLIO

PROFESSIONE:
COMPETENZE: