PROTESI MAMMARIE ESTERNE COME RICHIEDERLE GRATUITAMENTE

0

Se dopo l’intervento di mastectomia o quadrantectomia hai deciso di utilizzare le protesi mammarie esterne è importante che tu sappia che il SSN prevede la rimborsabilità totale.

In questo articolo vediamo dove si trova e come fare richiesta gratuita.

RIMBORSABILITA’: COME RICHIEDERE LE PROTESI MAMMARIE ESTERNE

La richiesta della protesi va effettuata sul modulo rilasciato dalla ASL. Guarda sul sito della tua Regione per verificare le procedure locali e l’elenco dei negozi di sanitari convenzionati o vai di persona a una ASL vicino a casa.

Il modulo va compilato a cura del medico. Può essere lo specialista appartenente ad una struttura pubblica o convenzionata come l’oncologo, il chirurgo o il medico del distretto in cui vivi. Nella richiesta il medico dovrà indicare:

  • qual è la protesi idonea in base al tipo di intervento subito
  • il codice identificativo del nomenclatore.

I CODICI DEL NOMENCLATORE

06.30.18.003: protesi mammaria esterna provvisoria atta a ripristinare una visione anatomo-estetica del corpo dopo un intervento radicale di mastectomia, da utilizzare nel periodo intercorrente tra l’operazione e la cicatrizzazione, in schiuma di gomma rivestita di tessuto anallergico; nella misura dalla 1 alla 8, ambidestre.

06.30.18.006: protesi mammaria esterna definitive atta a ripristinare una visione anatomo-estetica del corpo per assistite con malformazione congenita che comporti l’assenza di una o di entrambe le mammelle o della sola ghiandola mammaria o dopo un intervento radicale di mastectomia, a profilo e volume/peso fisioanatomico (0,96) in tutto silicone a composizione medicale, a riempimento differenziato, anallergica, esteticamente naturale, con assorbimento del calore del corpo; nella misura dalla 1 alla 13 (da 55 a 115).

06.30.18.009: protesi mammaria esterna parziale dispositivo a conformazione variabile in relazione alla forma della lesione chirurgica (anche definiti “segmenti compensativi”), per assistite che hanno subito interventi di quadrantectomia (la scelta della forma e delle dimensioni deve essere esplicitamente indicata nella prescrizione prima di procedere all’acquisto).

A questo punto con il modulo compilato potrai recarti presso il negozio di articoli sanitari convenzionato. Guarda sul sito della tua Regione per trovare l’elenco dei negozi di sanitari convenzionati o chiedi alla ASL più vicina.

Il negozio ti rilascia un preventivo che dovrai consegnare alla ASL che comunica l’autorizzazione tramite lettera; una copia per te e l’altra da portare in negozio.

Dovrai poi tornare dal medico richiedente per far firmare il collaudo. Si conclude così la procedura portando il modulo nuovamente alla sanitaria che ti rilascerà la protesi esterna.

 

DA SAPERE SULLA PROTESI MAMMARIA ESTERNA

  1. Hai diritto ad una nuova protesi esterna protesi_mammaria e rimborsabilitàgratuita ogni 3 anni, ripetendo la stessa procedura di richiesta e la nuova richiesta può essere fatta anche dal medico di base.
  2. In caso di rottura, smarrimento o particolare usura, l’ASL può autorizzare una sola volta la fornitura di una nuova protesi esterna anche prima dei tre anni.
  3. In caso tu scelga una protesi esterna che non segue la procedura che ne permetta la rimborsabilità (ad es. decidi di acquistarla online), ricordati che puoi detrarre il 19% del costo dell’acquisto se hai prescrizione del medico curante e la fattura di acquisto.

Redazione FraParentesi

L’immagine di prodotto utilizza nell’articolo è di proprietà di Anita Dr. Helbig GmbH

Share.

CONOSCIAMOCI MEGLIO

PROFESSIONE:
COMPETENZE: