RISPOSTE, IDEE E MOLTO ALTRO PER ME (E IL MIO TUMORE).

SE SONO IN TERAPIA, COME MI PROTEGGO DALLE ZANZARE?

0

Apriamo questa parentesi per darvi alcuni consigli su come prendersi cura della pelle quando si è sottoposti alle terapie oncologiche durante l’estate. In particolare le indicazioni che trovate di seguito riguardano la protezione dalle zanzare!!

 

COME MI PROTEGO DALLE ZANZARE DURANTE LE TERAPIE ONCOLOGICHE?

terapie oncologiche cura pelle estatePurtroppo con il sole e il caldo, arrivano immancabili anche le zanzare!
Sono diversi i prodotti che si possono acquistare sia per tenere alla larga le zanzare che per lenire il prurito delle punture.
Di seguito 6 semplici suggerimenti per non farci rovinare le giornate e serate d’estate dalle zanzare nel rispetto della pelle durante le terapie.

Applicate i prodotti antizanzara solo su pelle sana e non indebolita dalle terapie oncologiche. Meglio evitare quindi le aree della pelle trattate da radioterapia o che abbiano da poco subito un intervento.

  • !Per chi si sta sottoponendo a radioterapia o ha appena subito l’intervento meglio NON impregnare i tessuti con repellenti per indumenti che saranno a contatto con le zone sensibili irradiate o con postumi da intervento.
  • Non ci sono problemi invece per chi stia seguendo una chemioterapia o una terapia ormonale. TUttavia è meglio preferire lozioni con concentrazioni di principio attivo basse e prive di alcol, che tende a seccare la pelle.
    I repellenti da indumenti non sono testati su persone in terapia oncologica quindi meglio non abbondare e somministrare al massimo due volte al giorno (ogni 6-8 ore) e non tutti i giorni.

QUALI PRODOTTI POSSO USARE?

Se preferite i prodotti naturali, come gli oli essenziali estratti dalle piante come l’eucalipto o la citronella, fate comunque attenzione. Potrebbero, infatti, comportare un rischio di fotosensibilizzazione e possono stimolare le irritazioni cutanee.

!Durante la terapia oncologica, sarebbe meglio evitare anche l’utilizzo di salviette impregnate di repellente per le zanzare, anche se naturale. Infatti lo sfregamento sulla pelle già particolarmente delicata non è mai consigliato.

Per lenire il prurito da puntura si possono usare, su prescrizione medica, dei cortisonici in crema di bassa potenza. Questi prodotti non hanno controindicazioni perché l’assorbimento è trascurabile e l’azione è solo locale.

Un’altra avvertenza riguarda l’interazione dei repellenti anti zanzara con le protezioni solari. Infatti possono ridurre fino al 30% l’effetto protettivo dei filtri. Si suggerisce di applicare il repellente dopo almeno 20 minuti dalla applicazione della crema solare oppure di lavarlo via con acqua prima di esporsi al sole.

Speriamo che queste risposte siano utili per aiutarvi a proteggervi dalle punture delle zanzare se state seguendo le terapie oncologiche, e vi auguriamo una buona estate!

 


Per l’elaborazione di questo articolo ci siamo avvalsi del supporto delle seguenti fonti:

Ultimo aggiornamento 21/06/2017

 

Share.

CONOSCIAMOCI MEGLIO

PROFESSIONE:
COMPETENZE:

Comments are closed.