VESTIRSI A COLORI: LE NUANCE CHE RAVVIVANO IL VISO DURANTE LE TERAPIE

0

Le cure oncologiche influiscono molto sull’incarnato del viso. Talvolta tende a spegnersi, o ad assumere colorazioni grigiastre, giallastre, verdastre oppure rossastre, in caso di rush cutanei, e a macchiarsi di macchie marroncine.

Ma non disperiamo! Oltre al make up, i colori che indossiamo, specialmente intorno al viso, possono venirci in aiuto in questo senso, correggendo e migliorando la percezione della nostra immagine.

COSA TROVO IN QUESTO ARTICOLO?

Consigli ed esempi pratici di quali colori usare nella scelta di vestiti e accessori che indossiamo intorno al viso in relazione a come è cambiato il nostro incarnato.


IL POTERE DEL COLORE

Iniziamo con qualche informazione sul colore!

Il colore ha due aspetti da tenere in considerazione: quello “fisico” e quello “psicologico”.

L’aspetto fisico può migliorare la percezione del viso, grazie all’interazione tra il sottotono della nostra pelle e il colore che indossiamo sotto e intorno al viso. Questa interazione può essere una buona interazione o una cattiva interazione.

SOTTOTONO? COS’E’?

Ognuno di noi può avere la pelle dal tono chiaro, scuro e intermedio. Poi, indipendentemente dal tono, il colore della pelle viene definito anche in relazione alla “temperatura” che può essere calda o fredda. cure_oncologiche_immagine_2

Per capirci, provate a guardare i vostri occhi: se la parte bianca è bianchissima avrete un sottotono freddo, se invece è avorio avrete un sottontono caldo. Per completare l’analisi guardatevi i polsi e osservate il colore delle vostre vene. Se sono tendenti al verde il sottotono sarà caldo, se tendono al blu sarà freddo.

Tra un attimo capiamo come usare questa informazione 😉

Avete mai sentito parlare di cromoterapia? Ebbene il nostro umore viene influenzato dai colori con cui ci vestiamo. Ad esempio i colori saturi e brillanti irradiano energia positiva. E’ stato scientificamente dimostrato che indossarli e circondarsene aiuta il benessere ed il buonumore. Considerato che il colore impatta per un 80% quando osserviamo una persona, capite quanto può drasticamente migliorarne la percezione se scelto strategicamente!

Insomma non ci sono scuse per non indossare i colori più vivaci e ora vediamo come sceglierli!

COME CORREGGERE L’INCARNATO ALTERATO CON L’AIUTO DEI COLORI

Come già detto prima i colori che usiamo, specialmente intorno al viso ne influenzano la percezione. Facciamo degli esempi pratici.

I colori neutri come il grigio chiaro, il beige, il tortora, il sabbia, e anche il tanto amato nero, tendono a spegnere ulteriormente l’incarnato, a meno che non vengano equilibrati con dei colori intensi e brillanti.

In questo periodo quindi evitate questa tipologia di colori neutri. Se non potete farne a meno fate in modo che non prevalgano e che siano sempre abbinati a colori più intensi e vibranti.

Entriamo nel dettaglio di come potrebbe apparire il viso in questo periodo.

Può accadere in caso di rush cutanei. In questo caso indossate colori che “spengono” il rosso. Ad esempio il blu.

Evitate colori che accentuano il rossore. Ad esempio il fucsia e il rosso.

Evitate il colore complementare viola. I colori complementari si rafforzano tra loro ed un viola proprio sotto al viso potrebbe accentuare la sfumatura gialla della pelle.

Come sopra, evitate il suo complementare e cioè i colori a base rossa come il fucsia, l’arancione e il rosso.

 

In questi casi evitate proprio il colore marrone che andrebbe a richiamare gli elementi scuri nel viso che invece si vorrebbero minimizzare!

 

In questo caso abbiamo due possibilità. 1) La prima consiste nello scegliere i colori adatti al nostro sottotono. 2) La seconda possibilità, se non conosciamo il nostro sottotono è di usare colori saturi e brillanti, come i colori gioiello. Andiamo a vedere…

I COLORI ADATTI AL NOSTRO SOTTOTONO

Se avete capito qual è il vostro sottotono, potete ravvivare il colorito spento o grigiatsro indossando colori in linea con il vostro sottotono (esempio sottotono freddo – colori freddi). Così otterrai il massimo della valorizzazione del viso. Infatti la temperatura dei propri colori naturali e di quelli che si indossano si sostengono a vicenda, regalando il massimo effetto di omogeinizzazione e luminosità della pelle.

Al contrario quando i colori che si indossano, specialmente intorno al viso, sono in contrasto col proprio sottotono (esempio sottotono freddo colori caldi) si crea un contrasto di colori in disarmonia che accentua le imperfezioni della pelle e tende ad invecchiare.

I COLORI UNIVERSALI O “GIOIELLO”

Se non conoscete il vostro sottotono di pelle vengono in aiuto i colori cosiddetti “universali” o “jewel tones”, i colori delle pietre, cioè quelli che donano un po’ a tutti indipendentemente dal sottotono di pelle.

cure oncologiche e immagine

! Solo in caso di colorito che va corretto come abbiamo spiegato nel paragrafo precedente dovrete evitare alcuni colori, per il resto se l’incarnato è normale potete sfruttare tranquillamente (e gioiosamente!) tutti i colori gioiello: il viola ametista, il turchese acquamarina, il rosso rubino, il viola Tanzanite, il verde smeraldo, l’ottanio e il blu zaffiro.

Provate un bel rossetto rosso rubino abbinato ad un top o un turbante turchese per un beauty look primaverile/estivo, oppure un foulard viola intenso ed un paio di orecchini verde smeraldo per un beauty look autunno/inverno! Essendo colori molto saturi e brillanti cercate di non mixarne più di 3 nello stesso momento, soprattutto intorno al viso: puntate su una coppia di colori e non sbaglierete!

DOVE USARE E OSARE IL COLORE, PERCHÉ ABBIA EFFETTO SUL VISO?

Ovviamente il più possibile intorno al viso! Nel trucco, negli occhiali da sole e da vista, nei turbanti o foulard, nei gioielli come una collana, degli orecchini o una spilla vistosa, nello smalto (ricordate che le mani femminili interagiscono moltissimo con il volto!), nel top e nelle sciarpe.

Quando si parla di osare colore nel trucco si parla principalmente di…rossetto! Un bel rossetto acceso è un vero toccasana per un viso dall’aspetto sofferente.

cure oncologiche e immagineQuando lo scegliete fate attenzione alla sfumatura più corretta basandovi sull’incarnato e sui denti. Il colore giusto non dovrebbe ingiallire il sorriso e dovrebbe sposarsi bene con la pelle. Incarnati freddi vogliono rossi più tendenti al fucsia, viola e bordeaux. Incarnati caldi vogliono rossi più aranciati tipo i corallo, pomodoro e mattone.

Se scegliete di indossare un turbante perché non sceglierlo super colorato o fantasia con dei colori a contrasto accesi? Come fate poi ad abbinarlo al resto per non fare pasticci?

 

cure oncologiche e visoSemplice: se la fantasia contiene un rosso abbinatelo ad un rossetto ed uno smalto identici per un effetto ultra-chic e state sobrie nel top (blu, grigio medio, bianco).

Oppure prendete il colore che nella fantasia appare in minor quantità ed abbinatelo al top, e richiamate un colore di punta della fantasia ad un orecchino, una collana o una spilla.

Adesso sei pronta per sfruttare appieno il potere del colore sul tuo viso?!

 


 

Elisa Bonandini – Consulente d’immagine e make up specialist

Ultimo aggiornamento 23/03/2018

 

Share.

CONOSCIAMOCI MEGLIO

PROFESSIONE:
COMPETENZE: