RISPOSTE, IDEE E MOLTO ALTRO PER ME (E IL MIO TUMORE).

MALNUTRIZIONE E CANCRO: CAUSE E CONSEGUENZE

0

Questa parentesi, approfondita con il supporto del Prof. Laviano, è dedicata al tema della malnutrizione che interessa molte persone in cura per un tumore.

Purtroppo nonostante sia una condizione molto frequente spesso non viene rilevata, malgrado incida negativamente sul decorso delle cure e sulla qualtà di vita delle persone.

Ve ne parliamo perchè, come detto nell’articolo di apertura, vogliamo sensibilizzarvi nel considerare l’alimentazione e l’attività fisica come supporto fondamentale alle terapie. Per questo vogliamo sollecitarvi a richiedere il supporto di un nutrizionista esperto in oncologia quando iniziate le terapie. L’obiettivo è di affrontare le cure con un’adeguata informazione rispetto al regime alimentare e all’attività fisica da seguire.

MALNUTRIZIONE: COS’E’ E QUALI SONO LE CONSEGUENZE?

Con il termine di malnutrizione si identifica una vera e propria malattia che è caratterizzata da uno squilibrio tra quello che dovremmo mangiare per mantenere il nostro peso e quello che riusciamo a mangiare.

Di conseguenza si determina una differenza in termini calorici che porta ad una progressiva perdita di peso.

La progressiva perdita di peso non volontaria, cioè non indotta dalla volontà di perdere peso attraverso una dieta, è associata a un aumento delle complicanze della terapia.

Chi perde peso è a rischio di sviluppare delle complicanze da chemioterapia (nausea, vomito, mucosite). Questo determina un aumento del rischio di non completare il ciclo terapeutico programmato dall’oncologo.

Se invece ci si deve sottoporre ad un intervento chirurgico, la progressiva perdita di peso può causare un aumento delle cosiddette complicanze post operatorie.  Quindi ad esempio, la riapertura della ferita chirurgica, infezioni della ferita chirurgica oppure infezioni polmonari, infezioni urinarie, ecc.

Ecco perché nella gestione globale del percorso di cura, sia in chemioterapia, sia in terapia chirurgica è molto importante considerare anche gli aspetti nutrizionali per affrontare e, quindi prevenire, la perdita di peso.

QUALI SONO LE CAUSE DELLA PERDITA DI PESO?

Ormai esiste un’ampia e consolidata letteratura che ci dice che il nucleo che determina questa perdita di peso è la perdita della massa muscolare.

Di conseguenza per prevenire le complicanze che abbiamo citato prima, è necessario che si riesca a mantenere la massa muscolare anche durante i cicli di chemioterapia.

E’ importante mantenere un adeguato apporto calorico e proteico. Vuol dire che durante la chemioterapia o prima dell’intervento chirurgico è importante nutrirsi adeguatamente in termini di calorie e ovviamente di proteine.

Ma non solo questo, è anche fondamentale inserire nella propria giornata l’attività fisica. Un’attività fisica che deve essere di tipo di resistenza, cioè che preveda l’uso di piccoli pesi.

ESEMPIO DI ESERCIZI PER MANTENERE TONICA LA MUSCOLATURA

Non c’è bisogno di acquistare i pesi da atleti!

  • PER LE BRACCIA: Basta per esempio una bottiglietta d’acqua da mezzo litro (piena) da usare per fare piccoli piegamenti delle braccia.

 

  • PER LE GAMBE: Si può mettere un peso sulle ginocchia (es. un libro) e attivare i muscoli sollevando e abbassando i piedi.

Potete fare questi esercizi guardando la televisione :-)

Quindi riepilogando, è molto importante:

  1. minimizzare la perdita di peso durante l’intervento chirurgico e durante i giorni della chemioterapia
  2. ma ancor di più, massimizzare le capacità di recupero quando gli effetti tossici della chemioterapia si sono ridotti.

Dott. Laviano – Professore Associato di Medicina Interna presso il Dipartimento di Medicina Clinica, Un. Sapienza Roma.

Share.

CONOSCIAMOCI MEGLIO

PROFESSIONE:
COMPETENZE:

Comments are closed.