RISPOSTE, IDEE E MOLTO ALTRO PER ME (E IL MIO TUMORE).

IL LINFEDEMA DEL BRACCIO: 15 CONSIGLI

0

Il linfedema è una patologia che deve essere vagliata da un fisiatra, il cui compito è definire una terapia da eseguire con cadenza regolare con un fisioterapista specializzato. Insieme alla terapia, sebbene non sufficienti a risolvere il problema, è utile seguire alcuni accorgimenti per gestire il linfedema nel quotidiano.

Di seguito alcuni consigli su cosa fare e come comportarsi in caso di linfedema dell’arto superiore.

 

LINFEDEMA ARTO SUPERIORE: PROTEZIONE

1. ! Evitare i prelievi del sangue nell’arto col linfedema.

2. ! Fare attenzione a non graffiarsi e grattarsi.

3. ! Evitare lunghe esposizioni al sole.

4. ! Cercare di tenere il più possibile il braccio protetto da bruciature, punture di insetti e da tagli per evitare linfangite (in caso avvisare subito il medico che vi prescriverà un antibiotico).
5. Tenere a portata di mano una crema antinfiammatoria.
6. Usare creme idratanti neutre e leggere o dei prodotti naturali per il prurito della pelle a contatto con il guanto o tessuti.

LINFEDEMA ARTO SUPERIORE: ABBIGLIAMENTO E ACCESSORI

7. ! Non usare un reggiseno stretto.

8. ! Evitare di indossare anelli e braccialetti poiché si potrebbe verificare un rigonfiamento improvviso.

9. Indossare sempre i guanti di gomma per le faccende domestiche (anche per lavare i piatti!). Il contatto diretto coi detersivi può provocare dermatite che si può trasformare in linfangite (in caso avvisare subito il medico).

 

LINFEDEMA ARTO SUPERIORE: ESERCIZIO FISICO E SFORZI

10. Fare regolarmente della ginnastica isometrica evitando di affaticare il braccio nel caso in cui si svolga un lavoro che costringe il braccio a essere piegato per molte ore o se si è sottoposti a sforzi o a scrivere a lungo.
11. ! Non fare lavori pesanti ed evitare di sollevare pesi con il braccio affetto da linfedema.

 

LINFEDEMA ARTO SUPERIORE: ALIMENTAZIONE

12. Mangiare, in modo ordinato e regolare, cibi poveri di grassi e poco proteici per non caricare il sistema linfatico con scorie che impediscono il drenaggio dei liquidi.
13. Bere molto (non bibite gassate o alcoliche) per aiutare la diuresi.
14. Utilizzare la guaina elastica o il manicotto nelle modalità prescritte dal fisiatra.
15. ! Attenzione ai diuretici. Infatti un uso prolungato può eliminare i liquidi ma può causare un deposito della fibra sui tessuti, che non è più possibile eliminare.

 

CONSIGLI PER L’ESTATE E IN VIAGGIO


Stella Maris Glowinski – Massofisioterapista

 

Share.

CONOSCIAMOCI MEGLIO

PROFESSIONE:
COMPETENZE:

Comments are closed.