BUSINESS COACHING: RICONOSCERE I PROPRI PUNTI DI FORZA

0

Questa parentesi è dedicata all’autocelebrazione, intesa proprio come un’attitudine al modo di pensare e valutare noi stesse, rispetto ai nostri punti di forza e ai nostri talenti. E’ uno strumento molto utile quando vogliamo ripensare a noi stesse e alla sfera lavorativa.

Tuttavia è un modo di valutarci a cui noi donne siamo poco abituate. Anzi se una donna parla di ciò che ha fatto e di quanto ha ottenuto capita che venga descritta come una persona che si vanta.

Autocelebrazione non significa mettersi in mostra perché si vuol sembrare meglio di altre, ma individuare i nostri punti di forza, quello in cui siamo brave e poi ammettere, accettare e riconoscere di aver fatto qualcosa che veramente ci rende fiere di noi.

Quando alle donne viene chiesto in cosa sono brave, in un minuto riescono a scrivere 10 cose in cui sono assolutamente scarse ma fanno fatica a tirare fuori un esempio positivo.

 

I BENEFICI DELL’AUTOCELEBRAZIONE

  1. Riconoscere i propri talenti e i punti di forza
  2. Individuare le attività che ci vengono bene
  3. Individuare le attività che ci rendono felici
  4. Essere serene con se stesse, superando la frustazione e il malcontento causati da non saper sfruttare i propri talenti
  5. Portare beneficio indiretto nei confronti di chi ci sta vicino e del lavoro
  6. Capire se i nostri plus possono trasformarsi in una nuova professione più gratificante

Per esercitarci a individuare i talenti vi invito a fare tre semplici esercizi con l’obiettivo di incoraggiarci a pensare in modo positivo a noi stesse e a superare gli schemi mentali che spesso ci limitano.

 

GLI ESERCIZI

 

Chiedete ad almeno 10 persone quali sono 3 vostre qualità e punti di forza e scrivetele nero su bianco.

Alcune qualità saranno simili o addirittura uguali. Potreste scoprire che gli altri vi rioconoscono fino a 30 qualità diverse.
Vi sorprenderete a scoprire come vi vedono gli altri che in genere sono molto più positivi e clementi di quanto lo siamo noi con noi stesse. Quest’esercizio lo chiamo doccia di positività!

 

Provate a riconoscere voi stesse e i vostri punti di forza.
1. Scrivete 10 cose in cui siete brave. Se riuscite elencate 5 attività legate al lavoro e 5 alla vita in generale.

2. Scrivete 10 cose che vi piace fare. In questo modo proviamo a capire se ci può essere uno sbocco professionale in un’attività in cui non solo siete brave ma che vi rispecchi.

Per esempio: se adoro camminare per boschi e amo scrivere è possibile ipotizzare che queste due attività si trasformino in un lavoro gratificante?

 

Scrivete 35 motivi per cui poter dire di essere fiere di voi.
Sembrano tanti, troppi. Però possono essere anche motivi piccoli: dalla capacità di alzarvi dal calduccio del letto ogni mattina per andare in ufficio, al fatto che avete realizzato un progetto fantastico sul lavoro. Cercate di essere creative e di non autolimitarvi!

 


Elisa Caltabiano – Motivatrice e attivatrice di business

 

 

Share.

CONOSCIAMOCI MEGLIO

PROFESSIONE:
COMPETENZE: