RISPOSTE, IDEE E MOLTO ALTRO PER ME (E IL MIO TUMORE).

CONTRATTURA CAPSULARE: COS’E’ E COME SI RISOLVE

0

Apriamo una parentesi sul tema della contrattura capsulare che può verificarsi dopo un intervento di chirurgia ricostruttiva del seno che prevede l’inserimento della protesi, al fine di capire di cosa si tratta e come vada gestita.

 

CHE COS’E LA CONTRATTURA CAPSULARE?

Quando si esegue la ricostruzione mammaria con protesi, il nostro sistema immunitario, in maniera

assolutamente normale, reagisce contro questo corpo estraneo, creando un tessuto nuovo che circonda

contrattura capsulare

completamente la protesi.

Il nuovo tessuto è privo di elasticità ed in alcuni casi può essere spesso.

Se questo nuovo tessuto comporta lo spostamento della protesi modificando il risultato estetico oppure causa dolore, allora si parlerà di contrattura capsulare.

 

Quindi tutte le protesi vengono isolate in maniera naturale dal corpo, ma si parlerà di contrattura capsulare solo quando questo isolamento crea una patologia.

 

COME SI RISOLVE?

Nel caso in cui abbiate accertato la presenza di una contrattura, state tranquille poichè nella maggior parte dei casi può essere risolta:

  • con farmaci antinfiammatori
  • con farmaci antidolorifici
  • con la fisioterapia

 

! Se invece la sintomatologia non può essere curata, e se il risultato estetico viene compromesso, è necessario intervenire chirurgicamente.

 

IL CONSIGLIO DEL CHIRURGO

Per prevenire la contrattura capsulare vi consiglio di fare fisioterapia dopo la ricostruzione mammaria che prevede l’innesto della protesi.

Preciso inoltre che questa patologia si può evitare con la ricostruzione del seno in due tempi con expander (espansore).

 


Stefano Martella – Primario Unità Operativa Chirurgia Generale Ricostruttiva Ospedale San Raffaele

 

 

Share.

CONOSCIAMOCI MEGLIO

PROFESSIONE:
COMPETENZE:

Comments are closed.