RISPOSTE, IDEE E MOLTO ALTRO PER ME (E IL MIO TUMORE).

LA MIA PARENTESI TUMORE: LA VITA A VOLTE…

0

Questa parentesi tumore ce la regala Alessandra, attraverso un monologo che parla di vita, di presa di coscienza, di sensazione di vuoto e di quel nuovo passo sulla “terra ferma” avvenuto sulle note di un tormentone musicale che ha fatto da colonna sonora alla sua rinascita.


 

La vita a volte non è dove pensiamo sia e dove è bello che sia.

La vita a volte è altrove lì dove proprio non pensi possa essere. In quella sottile linea rossa che separa il reale da quell’oltre a cui non hai mai pensato. A cui devi forzatamente pensare quando una dottoressa in una stanza pulita a lucido e grottescamente illuminata da un caldo sole di settembre ti dà il verdetto di una terapia il cui solo nome ci procura un sottile tremore lungo la schiena. Chemioterapia.

La vita è lì in quel prendere coscienza che dopo il prossimo battito di ciglia il prima non sarà più come il dopo. Ma non pensi però che il dopo possa essere meglio del prima.

La vita è lì nel tuo rimanere fredda e lucida mentre una parte di te precipita in quel vortice di pensieri senza ritorno. La vita è nel tuo non cedere a questo vortice. Nel tuo opporti alla caduta, nel tuo ricercare disperatamente quel diamante che tutti noi abbiamo a cui tutti noi possiamo attingere, ognuno con il proprio credo o non credo, con la propria vita e con il proprio vissuto.

La vita è esattamente lì nel tuo viver con consapevole distacco tutti gli effetti della terapia. E’ nel vivere da quel giorno, ogni giorno come fosse sempre il primo con la consapevolezza dell’ultimo. E’ nel tuo marcare e rimarcare con una matita la linea dell’occhio quando le ciglia oramai sono un ricordo.

la mia parentesi tumore alessandra pistoleseE’ in quella sensazione di vuoto che provi quando alzi gli occhi allo specchio per vedere per la prima volta la tua nuca oramai senza più un capello. E’ nel tuo non voler nascondere quella mancanza con una parrucca, per inventarti nuovi copricapi con foulard sempre più colorati.

E’ negli occhi cerchiati da profonde occhiaie dell’uomo con cui per una mattinata hai condiviso l’ennesima applicazione in una stanza dal profumo acre di disinfettante. E’ nel suo scusarsi per i moti inconsulti del suo corpo dovuti alla morfina e nel suo tono dolce della voce nel rispondere al telefono “ciao amore” e nell’organizzare una serata al cinema.

La vita è anche e a volte è più lì, in quei lucidi corridoi, in quelle flebo, in quello scambiarsi ricette e consigli estetici come nulla fosse. E’ nelle teste rase a lucido e portate con orgoglio e sfrontatezza da giovani e meno giovani donne.

la mia parentesi tumore alessandra pistoleseLa vita è nel tuo irrompere con ironia in un centro commerciale “Amore tu vai a fare acquisti io mi fermo qui dal parrucchiere a farmi una messa in piega” quando evidentemente non c’era da fare nessuna messa in piega. E’ in quello scudo che le persone care creano intorno a te quando gli eventi non sono così fausti.

La vita è nel primo piede che poggi dopo un po’ di tempo su un tapirulan, per riprendere possesso del tuo corpo. E nelle note che accompagnano questo evento per te storico.. per gli altri meno…e nel tuo irrompere “cazzo ce l’ho fatta”…


 

♥ Grazie Alessandra

Video “CAN’T STOP THE FEELING! (From DreamWorks Animation’s “Trolls”)

Ultimo aggiornamento 27/07/2017

 

 

Share.

CONOSCIAMOCI MEGLIO

PROFESSIONE:
COMPETENZE:

Comments are closed.